Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

LA MEMORIA DELLE FOIBE

Immagine dell'articolo

Avete mai sentito parlare delle foibe? Questo termine potrebbe essere nuovo per molti di voi, ma rappresenta una parte importante e dolorosa della storia italiana che il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha recentemente ricordato.

Nella Giornata del Ricordo, Mattarella ha parlato delle foibe per non dimenticare le sofferenze degli italiani in quei tragici eventi. Ma cosa sono esattamente le foibe? Si tratta di caverne naturali che si trovano principalmente nella regione dell'Istria, oggi in Croazia, dove durante e dopo la Seconda Guerra Mondiale avvennero episodi terribili.

Il Presidente ha sottolineato che molte persone innocenti, come cittadini comuni, funzionari, militari, sacerdoti e intellettuali, sono state vittime di violenza. È importante capire che queste persone non erano tutte legate al regime di Mussolini, ma sono state coinvolte in una tragedia ingiusta e spesso dimenticata.

Le foibe non sono solo una tragedia, ma rappresentano un momento cruciale nella storia italiana. Molte persone furono costrette a lasciare le proprie case e le proprie terre, causando un esodo forzato e un trauma che ha segnato profondamente la storia del nostro Paese.

Ma perché è così importante ricordare queste tragedie? Perché il passato ci insegna molte cose, e ricordare ciò che è accaduto ci aiuta a costruire un futuro migliore. Dobbiamo impegnarci a preservare la verità storica, combattere l'oblio e promuovere la comprensione e la riconciliazione tra le persone.

Il discorso del Presidente Mattarella ci ricorda che non possiamo essere indifferenti o ignorare ciò che è accaduto nel passato. Dobbiamo assumerci la responsabilità di tramandare la memoria di queste tragedie, affinché possiamo costruire un futuro basato sulla giustizia, il rispetto e la solidarietà.

Ricordiamo quindi con rispetto e compassione le vittime delle foibe, e impegniamoci a costruire un mondo migliore, dove la pace e la comprensione regnino sovrane.

Ricordare è un dovere, ma anche un'opportunità per crescere insieme.

Vi auguro una giornata piena di riflessioni e speranza.

 

 

09/02/2024

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

21 FEB 2024

LA GIORNATA NAZIONALE DEL BRAILLE

Celebrando il Mondo Tattile

21 FEB 2024

DIVENTA UN ARCHEOLOGO PER UN GIORNO!

Scopriamo i segreti dell'antichità al Museo Lamentino

19 FEB 2024

UN SUPEREROE PUGLIESE DESIDERA INCONTRARE PAPA FRANCESCO PER UNA BENEDIZIONE SPECIALE

Il papà che si trasforma in Spiderman per portare gioia e speranza nei reparti oncologici

19 FEB 2024

NAVIGARE IN SICUREZZA NEL MARE DEI SOCIAL: CONSIGLI PER I GIOVANI ESPLORATORI ONLINE

Esplorare il mondo dei social media in modo sicuro e responsabile

18 FEB 2024

OLTRE LA FANTASIA CON LA SCRITTRICE MAURA LISCI

OLTRE LA FANTASIA CON LA SCRITRICE MAURA LISCI

17 FEB 2024

UN GELATO D'ECCEZIONE PER ONORARE IL CAMPIONE JANNIK SINNER

Il maestro gelatiere Eugenio Morrone crea un gustoso omaggio al talento del tennis italiano.